Il canto del coccodrillo

uno spettacolo di Daniel Gol
con Jacopo Fracasso e Giuseppe Palasciano

Debutto Novembre 2017 al Festival Segni d’Infanzia, Mantova
Festival Luaga & Losna 2018 – Feldkirch, Austria
Puppet Festival 2018 – Gorizia
26th International Theater Festival for Children &Young Adults Hamedan, IRAN

Ognuno di noi porta dentro sé il proprio coccodrillo.

Possiamo spaventarci e nasconderlo, fingere che non esista e o calpestarlo, ma inevitabilmente questo torna a farsi sentire fino a quando saremo disposti ad accoglierlo, accettando ciò che portiamo dentro.

Un lavoro delicato e ironico, sulla conoscenza e l’accettazione di sé che già dai primi anni della socializzazione sono necessarie per affrontare il rapporto con l’altro; per non essere travolti dalla paura della propria diversità e per amare le fragilità che caratterizzano noi stessi e le persone che ci circondano.

Uno spettacolo di teatro d’oggetto e d’attore, che utilizza immagini e azioni per raccontare il rapporto affettivo dei due protagonisti, il loro viaggio verso la capacità di accogliere e accettare paure e diversità.

Un lavoro adatto a partire dagli 8 anni, che con semplicità accompagna bambini e adulti a comprendere che le nostre peculiarità non sono nemici da combattere ma nuovi canti, che aspettano la nostra capacità di ascolto.

000